PAOLO CROSIGNANI

Sono nato a Novara il 21 luglio del 1948 ed all’età di 10 anni mi sono trasferito a Milano. Dopo il liceo mi sono iscritto a Fisica nel 1967. Erano gli anni del ’68 ed ho partecipato alle lotte studentesche senza appartenere ad alcun gruppo. In quel periodo ho avuto un profondo ripensamento sulla fisica ed in generale sulla scienza. Questo mi ha portato a sviluppare la tesi di laurea presso la facoltà di Medicina. Ho terminato la tesi nel 1972 con la lode sviluppando un modello del recettore dell’equilibrio. Il giorno dopo la laurea in Fisica mi sono iscritto a Medicina. Ho lavorato come borsista prima a Fisiologia Umana, poi al Policlinico lavorando sul sistema informatizzato per i trapianti di rene. Il militare l’ho fatto in Aeronautica come Meteorologo. Nel 1978 sono entrato all’Istituto dei Tumori in Epidemiologia con Franco Berrino sviluppando il primo Registro Tumori italiano, quello della provincia di Varese. Nel 1987 mi sono laureato, con lode, in Medicina con uno studio sugli effetti della Atrazina, un diserbante che ha contaminato le falde del Nord Italia. Mi sono poi specializzato in Statistica Sanitaria ed in Igiene e Sanità Pubblica. Mentre lavoravo al Registro Tumori, ho realizzato per l’ISPESL un sistema per la identificazione dei Tumori Professionali che è diventata legge dello Stato come art. 244 del decreto 81/2008 (che ha sostituito il 626). Mi sono anche occupato degli effetti sulla salute dell’inquinamento atmosferico, evidenziando per primo in Italia il problema del particolato fine. Nel 2000 sono diventato primario della unità complessa “Registro Tumori ed Epidemiologia Ambientale”. Ho fatto il consulente per la Magistratura, per le Procure di Torino (industria della gomma, inquinamento atmosferico), Roma (Radio Vaticana), Savona (centrale a carbone), Matera (amianto). Per i Giudici ho svolto consulenze per i Tribunali di Bassano del Grappa (galvaniche), Ivrea (onde elettromagnetiche, industria della gomma), Padova (ferrovie), Taranto (amianto). In pensione dal 2013, insegno a Pavia (Medicina del Lavoro) e sino al 2018 ho insegnato all’Insubria tenendo per tre anni un corso di Epidemiologia in lingua inglese per Biomedical Sciences. Sono titolare di una borsa di ricerca a Pavia per proseguire il lavoro sui tumori professionali e continuo ad occuparmi di Ambiente e di Tumori da Lavoro come consulente. Sono membro dei comitati scientifici di Legambiente e dei Medici per l’Ambiente (ISDE). Sono iscritto all’Ordine del Medici ed all’Ordine del Giornalisti.

Sono nato a Novara il 21 luglio del 1948 ed all’età di 10 anni mi sono trasferito a Milano. Dopo il liceo mi sono iscritto a Fisica nel 1967. Erano gli anni del ’68 ed ho partecipato alle lotte studentesche senza appartenere ad alcun gruppo. In quel periodo ho avuto un profondo ripensamento sulla fisica ed in generale sulla scienza. Questo mi ha portato a sviluppare la tesi di laurea presso la facoltà di Medicina. Ho terminato la tesi nel 1972 con la lode sviluppando un modello del recettore dell’equilibrio. Il giorno dopo la laurea in Fisica mi sono iscritto a Medicina. Ho lavorato come borsista prima a Fisiologia Umana, poi al Policlinico lavorando sul sistema informatizzato per i trapianti di rene. Il militare l’ho fatto in Aeronautica come Meteorologo. Nel 1978 sono entrato all’Istituto dei Tumori in Epidemiologia con Franco Berrino sviluppando il primo Registro Tumori italiano, quello della provincia di Varese. Nel 1987 mi sono laureato, con lode, in Medicina con uno studio sugli effetti della Atrazina, un diserbante che ha contaminato le falde del Nord Italia. Mi sono poi specializzato in Statistica Sanitaria ed in Igiene e Sanità Pubblica. Mentre lavoravo al Registro Tumori, ho realizzato per l’ISPESL un sistema per la identificazione dei Tumori Professionali che è diventata legge dello Stato come art. 244 del decreto 81/2008 (che ha sostituito il 626). Mi sono anche occupato degli effetti sulla salute dell’inquinamento atmosferico, evidenziando per primo in Italia il problema del particolato fine. Nel 2000 sono diventato primario della unità complessa “Registro Tumori ed Epidemiologia Ambientale”. Ho fatto il consulente per la Magistratura, per le Procure di Torino (industria della gomma, inquinamento atmosferico), Roma (Radio Vaticana), Savona (centrale a carbone), Matera (amianto). Per i Giudici ho svolto consulenze per i Tribunali di Bassano del Grappa (galvaniche), Ivrea (onde elettromagnetiche, industria della gomma), Padova (ferrovie), Taranto (amianto). In pensione dal 2013, insegno a Pavia (Medicina del Lavoro) e sino al 2018 ho insegnato all’Insubria tenendo per tre anni un corso di Epidemiologia in lingua inglese per Biomedical Sciences. Sono titolare di una borsa di ricerca a Pavia per proseguire il lavoro sui tumori professionali e continuo ad occuparmi di Ambiente e di Tumori da Lavoro come consulente. Sono membro dei comitati scientifici di Legambiente e dei Medici per l’Ambiente (ISDE). Sono iscritto all’Ordine del Medici ed all’Ordine del Giornalisti.